Apparecchi da gioco – nessun obbligo di mappatura dei punti sensibili da parte del Comune

a cura di Marta Lucia Brovelli

Come noto, in base a quanto disposto dalla L.R. N. 9 del 2 maggio 2016, in data 20.11.2017 diventa efficace l’obbligo di disinstallare tutti gli apparecchi di cui all’art. 110 c. 6 e 7 del TULPS che si trovino all’interno di esercizi pubblici o commerciali ubicati ad una distanza inferiore a 500 mt. dai luoghi reputati sensibili ed elencati all’art. 5 della stessa legge.

Si fa presente che il Comune di Arona non ha realizzato alcuna mappatura dei luoghi sensibili in quanto trattasi di adempimento non previsto dalla suddetta normativa regionale così come, al momento, non è posta a carico del Comune alcuna attività istruttoria finalizzata ad individuare i punti vendita che si trovino sotto distanza dai punti sensibili.

La legge regionale piuttosto pone a carico degli esercenti l’obbligo di adeguamento, entro il suddetto termine, a quanto previsto dall’art. 5 della stessa. Pertanto la legge regionale, in quanto tale, deve essere rispettata ed è direttamente operativa.

IL CAPO SERVIZIO POLIZIA AMMINISTRATIVA
Dott.ssa MONICA RONDONI

Torna indietro