Presenza di alghe nelle acque del lago Maggiore

a cura di Marialuisa Forte

AGGIORNAMENTO: Giusta richiamata la precedente nota Arpa n. 52478 del 16/06/2017, trasmessa a codesti
destinatari in esito a segnalazione di presenza di alghe nelle acque del lago Maggiore in aree territoriali di competenza dei Comuni di Belgirate, Lesa, Arona e Dormelletto, si comunica che in data 19/06/2017 è stata svolta l’attività pianificata di monitoraggio delle acque di balneazione anche su zone rappresentative dell’area sud del Lago Maggiore al fine di consentire un’individuazione tempestiva degli eventuali rischi per la salute come predisposto dall’Art.11 D.Lgs. 116/08 e dall’All. B del D.M. 30/03/2010. 

Nei campioni a tal fine analizzati è stata rilevata una concentrazione di cianobatteri totali inferiore a 20.000 cell/ml (limite previsto dall’All. B del D.M. 30/03/2010).
Di conseguenza, visti i valori riscontrati che escludono la situazione di possibile rischio per la salute pubblica, non sono state effettuate ulteriori analisi per rilevare la presenza di biotossine (microcistine, LR, LA, RR, YR e nodularine).

 

Con la presente si comunica che nella giornata del 15/06 u.s. sono giunte alle sedi Arpa di Novara e di Omegna segnalazioni da parte della Polizia locale di Belgirate, Lesa, Arona e Dormelletto e da parte di cittadini sulla presenza di sostanza verdastra diffusa in forma di patina superficiale nelle acque del Lago Maggiore in aree di pertinenza territoriale dei Comuni in indirizzo.
E’ stato svolto sopralluogo di merito da parte di tecnici Arpa sede di Gozzano (NO) nel comune di Arona con contestuale prelievo di campione di acque lacustri nella zona antistante via del Porto di Arona (NO).

Nella giornata odierna del 16/06 il campione è stato sottoposto a verifica microscopica presso la sede Arpa di Omegna rilevando la presenza di alghe verdi e cianobatteri.
Tale situazione induce a sconsigliare, a titolo meramente precauzionale, contatti diretti e prolungati con l’acqua del lago dove il fenomeno è visibilmente accertabile al fine di evitare possibili reazioni allergiche causate dai metaboliti delle cellule senescenti.
Si evidenzia come in data 19/06 p.v. si svolgerà, nei punti definiti per il Lago Maggiore, la periodica campagna di prelievo nell’ambito dello stabilito calendario regionale per il controllo della qualità delle acque di balneazione.
In tale occasione, accanto ai prelievi di routine per la verifica delle concentrazioni microbiologiche, verrà effettuato il consueto monitoraggio per verificare l’eventuale presenza di cianobatteri nelle acque.
In caso di concentrazioni significative di tali organismi, verranno effettuate le ulteriori analisi di approfondimento volte a rilevare l’eventuale tossicità prodotta.
Ove condotte tali analisi, gli esiti saranno comunicati in tempo utile non appena disponibili.

ARPA Piemonte

Torna indietro