Registrazione delle attrazioni di spettacolo viaggiante nuove

DI COSA SI TRATTA

Il DM 18/05/2007 ha previsto l'obbligo della registrazione delle attrazioni di spettacolo viaggiante prima che le stesse vengano poste in esercizio.

REQUISITI

La domanda di registrazione deve essere presentata al Comune :
- Nel cui ambito territoriale è avvenuta la costruzione
oppure
- nel cui territorio è presente la sua sede sociale
oppure
- in cui è previsto il primo impiego dell'attrazione

COME FARE

Per la domanda occorre che il gestore utilizzi l'apposito modulo e alleghi tutta la documentazione prevista. In particolare:
1) documentazione tecnica illustrativa e certificativa, atta a dimostrare la sussistenza dei requisiti tecnici di cui all'art. 3 del DM 18 maggio 2007;
2) copia del manuale di uso e manutenzione dell'attività, redatto in lingua italiana dal costruttore con le istruzioni complete, incluse quelle relative al montaggio e smontaggio, al funzionamento e alla manutenzione; qualora non risulti possibile disporre del manuale in lingua italiana occorre che lo stesso manuale sia accompagnato da una traduzione ufficiale in lingua italiana.
3) copia del libretto dell'attività redatto in lingua italiana o, qualora non risulti possibile, accompagnato da una traduzione ufficiale in lingua italiana.

DOVE E QUANDO

Presso l'Ufficio Polizia Locale - sito al piano terra dell'edificio comunale - in orario di apertura al pubblico.

TEMPI E COSTI

La documentazione presentata verrà sottoposta alla Commissione di Vigilanza sui Locali di Pubblico Spettacolo, comunale o provinciale a seconda dei casi. La Commissione effettuerà un sopralluogo per verificare il regolare funzionamento dell'attrazione. L'ufficio provvederà poi all'assegnazione del codice identificativo. A carico del gestore il pagamento per l'intervento della Commissione di Vigilanza, la realizzazione della targa metallica da applicare sull'attrazione e la marca da bollo da € 16,00 da apporre sulla domanda.

NOTE

Nel caso di subingresso o acquisto di un'attrazione il gestore deve chiedere la voltura del codice identificativo. Nel caso di dismissione dell'attrazione il gestore deve farne comunicazione al Comune che ha rilasciato il codice identificativo

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

DM 18/05/2007