Strumenti urbanistici esecutivi

DI COSA SI TRATTA

Trattasi di Atti urbanistici previsti dalla L.R. 56/77 per consentire la riorganizzazione urbanistica o l'urbanizzazione di nuove porzioni di territorio, da redigersi preliminarmente all'istanza di Permesso di Costruire nei casi previsti dal Piano Regolatore Generale Comunale.
Gli strumenti urbanistici esecutivi di cui sopra che possono essere proposti da parte di privati cittadini e sottoscritti da un tecnico professionista iscritto all'ordine professionale sono i seguenti:
1) piani di recupero ex-L. 457/78 (P.d.R.);
2) piani esecutivi di iniziativa privata convenzionata (PEC);
3) programmi integrati di riqualificazione urbanistica, edilizia ed ambientale in attuazione dell'articolo 16 della legge 17 febbraio 1992, n.179 (PIRU).

CHI PUO' RICHIEDERLO

Cittadini proprietari o in possesso di titolo di disponibilità di immobili.

COME FARE

Occorre produrre appropriata istanza corredata dalla seguente documentazione tecnica:

  • relazione illustrativa che precisa le prescrizioni e le previsioni del Piano Regolatore Generale, con riferimento all'area interessata;
  • relazione finanziaria;
  • planimetria delle previsioni del Piano Regolatore Generale relative al territorio oggetto del Piano estese anche ai tratti adiacenti, in modo che risultino le connessioni con le altre parti del piano stesso;
  • planimetria del Piano disegnata sulla mappa catastale aggiornata e dotata delle principali quote planoaltimetriche, contenente strade e spazi riservati alla viabilità e parcheggi, le aree destinate all'edificazione o alla riqualificazione dell'edilizia esistente con l'indicazione delle densità edilizie, degli eventuali allineamenti delle altezze massime, dei distacchi fra gli edifici, della utilizzazione e della sistemazione delle aree libere e di quelle non edificabili e l'eventuale delimitazione di comparti edificatori;
  • progetto di massima delle opere di urbanizzazione primaria e dei relativi allacciamenti;
  • progetto plano-volumetrico degli interventi previsti, con profili e sezioni in scala adeguata e con indicazione delle tipologie edilizie;
  • elenchi catastali delle proprietà;
  • norme specifiche di attuazione del piano;
  • schema di convenzione.
VALIDITA'

La validità dello strumento è prevista in 10 anni dalla data di sottoscrizione della convenzione.

DOVE E QUANDO

La domanda deve essere consegnata presso l'ufficio protocollo, al piano terra del Comune, in orario di apertura al pubblico.
Per ulteriori informazioni rivolgersi all' ufficio Segreteria Urbanistica ed Edilizia privata al terzo piano del Comune, sempre in orario di apertura al pubblico.

TEMPI E COSTI

La domanda deve essere presentata in bollo. Viene richiesto il versamento dei diritti di segreteria presso la Tesoreria Comunale Banca Popolare di Sondrio Agenzia di Arona, via Gramsci 19 o sul c.c.p. n. 17068289 intestato a Tesoreria Comunale Arona.
P.E.C. Piano Esecutivo Convenzionato:

  • istruttoria;
  • entro 90 gg. accoglimento e pubblicazione 15 gg. + 15 gg. per consentire di ricevere osservazioni;
  • successivamente predisposizione atti per Consiglio Comunale;
  • Deliberazione di Consiglio Comunale di approvazione;
  • successiva stipula presso studio notarile.

P.D.R. Piano di Recupero:

  • Istruttoria;
  • deliberazione di accoglimento dell'atto in Consiglio Comunale;
  • acquisizione parere Commissione Beni Culturali e Ambientali di Novara;
  • pubblicazione 30 gg. + 30 gg. per ricevere osservazioni;
  • deliberazione di Consiglio Comunale di approvazione;
  • successiva stipula presso studio notarile.
NORMATIVA DI RIFERIMENTO

D.P.R. 380/01 e s. m. e i..