Teatri viaggianti e Teatrini di Burattini

DI COSA SI TRATTA

La licenza per la conduzione di spettacoli viaggianti è rilasciato dai Comuni di residenza e consente l'esercizio di spettacoli viaggianti, quali circhi, luna park, attrazioni auto acrobatiche, ecc..., su tutto il territorio nazionale.
Il titolare di teatri viaggianti e di teatrini di burattini, tuttavia, per poter allestire le attrezzature fuori dal Comune di residenza, deve richiedere ai Comuni interessati alla manifestazione, il rilascio di una licenza temporanea.

REQUISITI

Il richiedente deve essere in possesso dei requisiti soggettivi previsti dagli art. 11 e 12 del TULPS ed inoltre deve avere la disponibilità di attrazione dello spettacolo viaggiante.

COME FARE

I titolari di teatri viaggianti e di teatrini di burattini devono presentare domanda di concessione in carta legale almeno 30 giorni prima del giorno di installazione del teatro (nel caso non siano previste strutture soggette a verifica della Commissione di Vigilanza), almeno 60 giorni prima (nel caso siano previste strutture soggette a verifica della Commissione di Vigilanza).
La domanda deve contenere:
a) Generalità del titolare e codice fiscale;
b) Residenza e domicilio per eventuali comunicazioni relative alla domanda presentata;
c) Tipo e dimensioni dell'attrazione, numero di veicoli al servizio della predetta.
Il richiedente deve allegare alla domanda fotocopia della licenza relativa alla conduzione dell'attrazione di P.S.
In caso di documentazione incompleta, il richiedente dovrà inviare le integrazioni entro il termine assegnatogli.
L'inottemperanza del termine prescritto per la presentazione della domanda e del termine assegnato per l'integrazione dei documenti comporta il mancato accoglimento della stessa.

DOVE E QUANDO

Presso l'Ufficio Polizia Locale - sito al piano terra dell'edificio comunale - in orario di apertura al pubblico.

TEMPI E COSTI

2 marche da bollo da apporre sulla richiesta di licenza e sulla licenza stessa.

NORMATIVA DI RIFERIMENTO
  • L. 337/68
  • Regolamento Comunale