Pianificazione e governo del territorio

Strumenti urbanistici

Sotto il profilo funzionale (il ruolo, cioè, che ogni tipo di piano svolge nell’ormai ampio e complesso contesto della pianificazione fisica del territorio) gli strumenti urbanistici si distinguono come segue per livello e tipologia:

1) Piani di inquadramento o piani quadro: sono quei piani che fissano gli obiettivi e forniscono le linee programmatiche dell’assetto di un territorio generalmente vasto. Indicano le ipotesi dei grandi assi di mobilità; i criteri indicatori per la destinazione d’uso del territorio; la localizzazione di importanti impianti di interesse generale; la distribuzione spaziale dei vincoli delle limitazioni da imporre all’uso del territorio; per esempio: Piano Territoriale di Coordinamento, Piano Territoriale Provinciale, Piano Paesistico.

2) Piani generali: sono quei piani che, in accordo con le direttive del piano quadro, definiscono l’assetto di un ambito territoriale generalmente limitato (il territorio di un solo comune o, eccezionalmente, di più comuni). Essi traducono gli obiettivi e le linee programmatiche del piano quadro in vincoli, limitazioni, destinazioni e modalità d’uso del territorio per guidarne lo sviluppo e per organizzarvi gli interessi pubblici e privati modificativi; per esempio: Piano Regolatore Generale Comunale (PRGC).

3) Piani attuativi: sono quei piani che, in accordo con le previsioni del piano generale, precisano gli interventi sul territorio e ne organizzano l’attuazione. Essi riguardano, generalmente, ambiti spaziali molto limitati. I piani attuativi servono a “specificare” le previsioni del piano generale; possono definire anche l’assetto urbanistico generale di una zona; per esempio: Piani Particolareggiati, Piani per l’Edilizia Economica e Popolare, Piani Particolareggiati Esecutivi (PPE), Piani Esecutivi Convenzionati (PEC), Piani di Recupero, Piani di Riqualificazione Urbana.

Piano Regolatore Generale Comunale (PRGC)

Lo strumento urbanistico generale del Comune di Arona è costituito dalla Variante Generale PRG 2009, approvata dalla Regione Piemonte con D.G.R. n. 32-1481 in data 25/05/2015, pubblicata sul B.U.R. n° 22 del 4/06/2015, subordinatamente all’introduzione di modifiche “ex-officio”. Il Consiglio Comunale in data 28/09/2015 con deliberazione n.37 ha preso atto delle modifiche introdotte adottando gli elaborati interessati dalle modifiche “ex-officio” conseguentemente aggiornati.

 

Il PRG è stato oggetto delle seguenti modifiche:

 

Il Comune di Arona è dotato di classificazione acustica del territorio comunale ai sensi della L. 447/95, L.R. n. 52/00 e della D.G.R. n. 85-3802 del 06.08.2001 approvata con Deliberazione del Consiglio Comunale 3/10/2016, n.51. Classi acustiche scala 1:10000Classi acustiche scala 1:5000

Il Comune di Arona è dotato di Piano Urbano del Traffico approvato con deliberazione del C.C. 14.09.2002, n.9.

Il Comune di Arona è esonerato dall’adeguamento dello strumento urbanistico generale al Piano di Assetto Idrogeologico del bacino del Po come da D.G.R. 6.08.2001, n.31-3749.

Il Comune di Arona ha avviato l’adeguamento dello strumento urbanistico generale al Piano Paesaggistico Regionale con l’adozione della proposta tecnica di progetto preliminare D.C.C. n. 50 del 29/07/2022.

Il Piano per l’Edilizia Economica e Popolare (Peep) è stato approvato con D.C.C. n.45 in data 26/07/2001. Il termine di validità è stabilito dall’art.3, comma 2, della L. 167/62, poi modificato dall’art. 1 del decreto-legge 2 maggio 1974, n. 115 e da ultimo modificato dall’art.51 della Legge 5 agosto 1978, n. 457, risultando pari a 18 anni.

Piani Particolareggiati

Regolamenti

Altri strumenti

Strumenti in pubblicazione

Non ci sono strumenti in pubblicazione

Pagina aggiornata il 07/02/2024

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri